fbpx

Voiceover Professionali Online in 130 Lingue | SOLO VOCI UMANE REALI

Voci artificiali generate da Intelligenza Artificiale

Voci umane e voci artificiali

Una macchina può fare il lavoro di cinquanta uomini ordinari, ma nessuna macchina può fare il lavoro di un uomo straordinario – Elbert Hubbard

Come altri ambiti, anche l’Industria del Doppiaggio è diventata molto sensibile al proliferare delle piattaforme basate su Intelligenza Artificiale (AI, Artificial Intelligence), con particolare riferimento a quelle che permettono di generare voci artificiali (TTS / Text to Speech).

Ma di cosa si tratta esattamente e quali sono le principali differenze fra uno speakeraggio realizzato da un professionista in carne ed ossa ed uno generato da un computer?

 

Cos’è una voce artificiale (o sintetica)?

Sostanzialmente, una voce sintetica (appunto generata da IA) è una sequenza di fonemi digitalizzati che, opportunamente interpolati fra loro, vanno a costituire una traccia sonora equiparabile ad una registrazione vocale realizzata da un essere umano.

Inizialmente molto asettiche e rudimentali, le sequenze vocali artificiali hanno subìto un’evoluzione molto importante fino a raggiungere un livello di realismo davvero stupefacente e di certo possono essere oggi ritenute uno strumento molto comodo per alcune specifiche esigenze di sonorizzazione.

Tuttavia, sono ancora numerosi i caratteri distintivi fra i due tipi di voce e molte sono le ragioni (non solo stilistiche ed economiche) per le quali, almeno per quel che riguarda l’industria creativa, resta decisamente vantaggioso ricorrere alla professionalità di Speaker e Doppiatori “reali”: proviamo a vederne qualcuna!

 

Stile ed espressività

La voce umana può essere modulata senza alcun limite e può dunque essere arricchita da una varietà di toni e sfumature così consistente da poter arricchire una narrazione di una espressività semplicemente impareggiabile.

Al contrario, una voce artificiale è un flusso di dati subordinato alla rigidità di un algoritmo e per questo è “costretta” ad una certa monotonia (per quanto i Guru della programmazione abbiano previsto la possibilità di ricorrere ad una finta espressività fatta di finti respiri, brevi accelerazioni ed altre diavolerie digitali che vanno a simulare la “perfetta imperfezione” della voce umana).

 

Praticità operativa

Sempre partendo dalle specifiche indicazioni fornite dal Cliente nel corso del briefing creativo che precede ogni lavorazione, uno Speaker professionista comprende il significato del testo e adatta spontaneamente il mood di lettura al contenuto, imprimendo il giusto tocco espressivo su ogni singola frase e, se necessario, su ogni singola parola.

La “macchina” è ancora molto lontana da questa possibilità operativa e quindi richiede un “sartoriale” lavoro di programmazione che possa istruirla a regolare numerosi parametri rispetto alle varie sezioni dello script: un costoso time-consuming decisamente sconveniente per un voiceover di piccola consistenza, una vera e propria follia per un progetto di dimensioni importanti (peraltro con esiti incerti).

 

Qual è la scelta più conveniente?

Una voce artificiale ha generalmente costi inferiori e può essere ottenuta in tempi “relativamente” contenuti (sempre che non richieda variazioni di tono, la cui gestione complica molto le cose e allunga esponenzialmente i tempi) ma il suo utilizzo può soddisfare esclusivamente esigenze di registrazione di scarso livello creativo (ad esempio messaggi per segreterie telefoniche) e richiede comunque delle competenze minime che permettano di generare correttamente determinate parole (come ad esempio nomi propri, sigle o inglesismi).

Una voce reale può richiedere tempi di lavorazione più lunghi (in genere 1-3 gg per progetti di media consistenza) e costi relativamente più elevati, a fronte però di un risultato nettamente superiore che giustifica pienamente l’investimento.

 

Conclusioni

Se non hai particolari esigenze stilistiche, se sei pratico di piattaforme generative basate su IA, hai competenze in materia di editing e post-produzione audio e puoi disporre del tempo necessario a “giocare” con i vari parametri per ottenere la registrazione che ti serve…allora le voci artificiali fanno al caso tuo.

Se invece hai bisogno di un voiceover che distingua il tuo prodotto audiovisivo e gli conferisca valore, se vuoi essere certo di realizzare una registrazione che rispetti tutti gli standard qualitativi e se vuoi concentrarti sul tuo lavoro sapendo di aver affidato ad un Team tutto il lavoro di preparazione, controllo e post-produzione…allora non ci sono dubbi: hai bisogno di UVOICES!

Usa il nostro SELETTORE VELOCE per ascoltare velocemente le Voci nella Lingua che preferisci









© 2010-2024 Media2be.it | Tutti i marchi appartengono ai rispettivi proprietari